Carpaccio

SUSHI-CARPACCIO CON RUCOLA E PETALI DI CIPOLLA ROSSA ALL'AGRODOLCE


Sapete quando vi prende voglia di mangiare quel determinato piatto e di pensarci tutto il giorno?! Ecco questo mi è capitato. Adoro il carpaccio o come lo chiamiamo noi "Carne alla Zingara" - Sinceramente non so il perché ma è un piatto che mi sa di casa, come il Vitel Tunè (Vitello Tonnato) è quel classico che ti fa subito sentire a casa. Però volevo renderlo più carino da vedere. E allora mentre facevo zapping tra i miei canali preferiti - di cucina ovviamente - trovo Simone Rugiati e li presenta un carpaccio - plin (lampadina) e da li mi scatta l'idea. Come sempre è un grande modello di ispirazione e visto che la vena artistica non si era spenta ho voluto spingermi e realizzare dei Petali di Cipolla Rossa all'Agrodolce che la super Tiziana Stefanelli ci ha insegnati nell'ultima Cooking Class della Star - per rendere completo il piatto e soprattutto con quel non so che da grande chef, mettetevi comodi quindi e preparate il taccuino!


INGREDIENTI

5 Fette di Carpaccio di Manzo;
1 Mozzarella di Bufala;
50 gr. di Pesto;
Olio d'Oliva;
Rucola q.b.
Sale e Pepe;
Per i Petali di Cipolla Rossa;
1 Cipolla Rossa;
100 gr. di Zucchero Semolato;
Aceto di Mele;
1 Dado Star Delicato;
Sale q.b.

PROCEDIMENTO

Sul piano da lavoro stendete le fettine di carpaccio, copritele con un'altro foglio - meglio se di carta forno - e facendo molta attenzione con un batticarne cercate di unire le fettine creando un solo foglio.
Adagiate ora un pezzo di carta alluminio e sopra di questa un foglio di pellicola per alimenti, adagiatevi il vostro carpaccio appena ottenuto. Dopo di che togliete la mozzarella di bufala dal proprio siero - ma non buttatelo - tamponatela un po' con della carta da cucina e tagliatela in tronchetti. Adagiatela sul lato che è verso di voi. Adagiate il pesto sopra la mozzarella per tutta la lunghezza. Dopo di che aiutandovi anche con la carta dall'alluminio e la pellicola per alimenti arrotolate il tutto stringendo bene mentre arrotolate. Chiudute bene i bordi e lasciate riposare in frigo.
Occupatevi ora delle cipolle: una volta sbucciate, private dei primi strati, tagliatela a metà e da ogni metà ricavate degli spicchi - non troppo grandi - sfogliate gli spicchi ottenuti e metteteli in acqua fredda, questo farà perdere il forte della cipolla.
Intanto fate scaldare in un tegame: acqua, aceto, sale, zucchero e il dado sbriciolato. Ottenendo così una miscela agrodolce che darà una bella texture molto saporita. Scolate le cipolle dall'ammollo, dopo di che quando il tegame avrà raggiunto il bollore tuffatevi i petali di cipolle. Vi accorgerete che saranno pronti per i vostri petali cambiano colore diventando quasi canditi. Quando saranno di questa consistenza passateli in acqua fredda per fermare la cottura e per farli raffreddare. 
Ultimo step il condimento, è meglio che in questo caso abbiate un biberon da cucina, altrimenti potete tranquillamente "operare" in una ciotola. Unite il pesto, con dell'olio d'oliva e qualche cucchiaio di siero della mozzarella di bufala, mescolate tutto assieme e avete ottenuto un olio profumato e saporito. 
Togliete il vostro rotolo dal frigo e lasciandolo così impacchettato ricavate delle porzioni di circa quattro dita, cose fosse un sigaro - tanto per dare l'idea. Quindi costruite il piatto, un ciuffo di rucola. I vostri petali di cipolla che avranno preso un bellissimo colore, affianco il vostro "cannolo" terminate irrorando con il vostro olio profumato al pesto e sieri di mozzarella. Un giro di pepe e potete stupire i vostri commensali con un antipasto o un secondo piatto fresco ed elegante. 


Scrivi commento

Commenti: 0