#caldarroste

Caldarroste 2.0


Gente buon martedì, riprendiamo con le pubblicazioni questa settimana. Almeno qua al nord è ufficialmente arrivato quel freddo leggermente pungente che ti fa adocchiare la copertina come Carrie Bradshaw adocchiava le sue 'Manolo'.

 

E così domenica complice la giornata di relax e la magia che questa giornata regala mi sono deciso a realizzare uno dei comfort food che più adoro durante l'autunno e il periodo invernale, ovviamente con la mitica e ormai santa friggitrice ad aria.

 

E vi dico solo che vecchiottis una volta assaggiate non ha detto nulla, si è accesa come luca di natale e mi ha fatto pollice verso l'alto, quindi con il suo benestare ecco che vi do una golosa idea per realizzare delle super caldarroste 2.0 in casa senza sbatti.

 

Io consiglio un buon bianco piemontese - ma ovviamente anche un buon vin brülè sono perfette. Sono pochi step per godere a pieno di questa magia, scegliete un buon film una buona candela per creare atmosfera e io vi aspetto sul nostro grande tappetto con un coppo di carta pieno di questa magia. Che ne dite?

INGREDIENTI

Castagne media dimensione circa 30/35
1 cucch.no di Bicarbonato

Acqua bollente qb

Sale qb

PROCEDIMENTO
I passaggi sono veramente pochi e fondamentali per ottenere un risultato eccezionali, quasi come quelle originali fatte cuocere con la padella forata e sul fuoco vivo.
Come prima cosa cercate delle castagne circa della stessa dimensione e che non presentino già buchi sulla superfice, quindi incidetele dalla parte "panciuta" creando un taglio o un segno a croce, questo favorirà l'apertura.
Fate sciogliere un cucchiaino di bicarbonato con il sale in acqua bollente e adagiatevi le castagne, questo aiuterà a pelarle quando saranno cotte, io ho scelto la cottura in friggitrice ad aria, per quanto riguarda la cottura nel forno ovviamente i tempi sono maggiori.


Personalmente ho fatto scaldare un po' la friggitrice ad aria per creare già un ambiente caldo - ho impostato 160 °C per cinque minuti. Ho scolato le castagne dal loro "bagno" ed ho provveduto a tamponarle leggermente non troppo altrimenti in cottura potrebbero seccarsi.
Quindi ho impostato una temperatura di 180 °C e come durata della cottura l'internet si è sbizzarrito dai 15 minuti ai 20, io ho optato per 18 minuti a metà dei quali ho agitato il cestello in modo da creare una cottura uniforme.
Trascorsi i 180 minuti le ho adagiate in un canovaccio leggermente pressate favorendo così poi l'apertura, ho preso dei vecchi quotidiani e creato i miei coppi qualche caldarrosta all'interno e la magia è avvenuta!