#allamilanese

Costolette alla Milanese


Qualche giorno fa guardavo 'Food Advisor' il programma di Simone Rugiati in onda su Foodnetwork Italia e la puntata in questione era sulla miglior bistecca alla milanese, la classica orecchia d'elefante: chi l'ha fatta da passeggio, chi l'ha fatta rustica e chi invece l'ha fatta elegante; Oltre a farmi partire a mille le papille gustative, mi è venuta anche la voglia di creare questa golosità, tra quelle presentate ce n'era una realizzata con la carne di maiale ed è a questa che ho preso ispirazione, una semplice ma profumata corazza con verdure saporite di stagione perfetta anche da presentare per il pranzo di pasqua, mettetevi in moto verso il vostro macellaio di fiducia, io l'ho fatto ed il risultato è stato davvero goloso e apprezzato - delle succose 'Costolette alla Milanese' - fatemi sapere qual è la vostra versione che preferite.

INGREDIENTI
4 Costolette di Maiale
Pangrattato
Timo
Origano
2 Uova
Burro Chiarificato
Carote
Cavoletti di Bruxelles
Asparagi
Patate
Cipolle Rosse
Olio d'Oliva
Sale 

PROCEDIMENTO
Occupatevi per prima cosa delle verdure, dopo averle lavate accuratamente sotto l'acqua e pelate - ovviamente quelle da pelare. Conditele con olio, sale e se volete pepe - per quanto riguarda le patate fatele lessare con la buccia, le altre invece una volta condite procedete a disporle su una teglia da forno e cuocetele per una mezz'oretta a 165°C modalità statica.
Quindi occupatevi ora della carne: battete leggermente la parte attaccata all'osso, quindi passate ogni costoletta nell'uovo sbattuto e un pangrattato arricchito: frullate assieme il pangrattato oppure mollica del pane in cassetta con origano e timo. Questo aumenterà il sapore delle costolette, quindi dopo averle passate nell'uovo e procedete con impanarle, fate scaldare un tegame con del burro chiarificato - come da tradizione vuole - e quando il burro sarà fuso procedete a cuocerle fino a che non saranno ben dorate, portate le bistecche su carta assorbente e dopo di che potete servirle ai vostri commensali: per quanto riguarda le patate schiacciatele realizzando un purè, dopo di che disponete le restanti in maniera leggermente elegante per dare un tono a questo secondo succoso;



Scrivi commento

Commenti: 0