#lurisiafamily

Cavolfiore in Pastella


Qualche settimana fa, decidendo quali fossero le ricette per il mese di febbraio con LURISIA mi è stato proposta l'acqua, la loro bottiglia in PET - non solo pratica e funzionale, ma anche di design. Con la sua forma scampanata riconoscibile da chiunque, e da lì mi sono messo a pensare come poterla unire in una ricetta - certo è semplice direte voi, ma non volevo scendere nel banale. E quindi ho preso uno degli ortaggi che più adoro in questo periodo, e che spesso viene "messo da parte" perché in cottura emana un odore non gradevole, ma che io adoro. E quindi pochi semplici ingredienti per un aperitivo goloso e invitante, pronti anche voi per un'idea...frizzante?

INGREDIENTI
1 Cavolfiore di Media dimensione;
1 Uovo interno + 1 Tuorlo;
Farina Bianca qb;
1 Bottiglietta 'Lurisia Bolle';
½ bustina di Lievito;
½ cucchiaino di Bicarbonato;
Olio di Semi d'Arachidi 1lt;
Sale;
Pepe;
Misticanza per decorare; 

PROCEDIMENTO
Per prima cosa mettete almeno per una notte la bottiglia di acqua nel frigo, dovrà essere ben fredda un quarto d'ora prima dell'utilizzo mettetela nel congelatore - abbiamo bisogno che la temperatura sia davvero bassa. Quindi in una ciotola più grande mettete del ghiaccio, sopra il ghiaccio un'altra ciotola e potete operare: l'uovo intero e il tuorlo, e con una frusta iniziate a mescolare la farina - 3 cucchiai abbondanti - con la mezza bustina di lievito e il bicarbonato. Dopo di che unite l'acqua frizzante che ben fredda darà un bello shock alla vostra pastella, con la frusta eliminate ogni grumo e lasciatela riposare in frigo coperta;
Procedete ora con il cavolfiore, dopo aver eliminato le foglie esterne con un coltello tornitelo ottenendo le cimette - non dovranno essere troppo piccole - lavatele accuratamente, e quindi portate a bollore un tegame. Aggiungete il sale e quando bollirà tuffate il cavolfiore e lessatelo per circa 10-12 minuti, quando sarà ben morbido scolatelo e lasciatelo raffreddare su un canovaccio in modo da asciugarlo, quindi portate le cimette nella pastella e assicuratevi che ogni cimetta sarà ben coperta;
A questo punto tegame alto sul fuoco con abbondante olio di semi d'arachidi, così il punto di fumo è più alto. Portatelo a calore, e quando sarà a temperatura (per verificarlo un termometro oppure metodo manuale con lo stecco di legno, se farà le bolle è pronto) tuffatevi le cimette, scolando bene la pastella - mi raccomando pochi pezzi alla volta per non abbassare la temperatura dell'olio. Le cimette essendo avvolte da una pastella gelata a contatto con l'olio si gonfieranno, uno splendido effetto dato dall'acqua frizzante LURISIA BOLLE, lasciate che il cavolfiore diventi di un bel colore ambrato e dopo di che con un ragno o un passino d'acciaio trasferite su carta assorbente, salate e potete deliziare i vostri ospiti con un'idea croccante e avvolgente che terrà una sorpresa golosa!



Scrivi commento

Commenti: 0