#MinestraNonna

Minestra di Trippe

Nonna Rita Insegna


Quando i primi freddi fanno il loro arrivo, Nonna tira fuori la sua super Minestra di Trippe - credo che sia uno dei primi simboli del freddo che adoro, forse anche l'unico. Sa riunire sapori e tradizione in un solo piatto, e qualche giorno fa mi ha passato la ricetta, e quindi di corsa dal mio macellaio di fiducia ho subito comprato la trippa che più adoro quella a reticolo, spessa e con la sua trama a nido d'ape assorbirà ancora di più il sugo che si formerà. Davvero semplice da realizzare, perfetta se volete stupire dei commensali che solitamente sono schivi a questo tipo di ingredienti che fanno parte della tradizione piemontese;

INGREDIENTI
350 g di Trippa 'Reticolo' o 'Nido d'Ape';
2 Coste di Sedano;
2 Patate di Media dimensione;
1 Carota di Media grandezza
200 g Fagioli Cannellini Secchi già ammollati in acqua;
1 Peperoncino;
2 Spicchi d'Aglio;
2 Porri di Media Grandezza;
Pasta tipo DitaliniMezzi Tubetti;
Olio d'Oliva;
1 Cucchiaio di Doppio Concentrato di Pomodoro;
Foglie di Basilico;
Sale q.b.
Pepe q.b.

PROCEDIMENTO
Per prima cosa tritate finemente la costa di sedano, la carota e il porro. Procedete a lavare un paio di volte le trippe sotto acqua calda con aceto e limone, e a tagliarla a listarelle. Dopo di che fate scaldare dell'olio in un tegame - ovviamente sarebbe meglio un tegame in coccio di terracotta, però non è obbligatorio. Quindi quando l'olio avrà raggiunto calore unite lo spicchio d'aglio schiacciato, il peperoncino tritato e successivamente il fondo di cottura - sedano, carota e porro. A fuoco prima vivace e poi dolce procedete alla cottura di questi ingredienti.
A questo punto unite le trippe prima tagliate e fatele rosolare nel fondo di cottura, unitevi anche le patate tagliate a cubetti. Rabboccate il tegame con dell'acqua, e aggiungete il doppio concentrato, aggiustate come sale e come pepe procedete alla cottura a fuoco dolce per circa un ora o anche di più. 
Mescolate di tanto in tanto, e negli ultimi venti minuti procedete ad aggiungere i fagioli secchi precedentemente ammollati, e per dare maggiore corpo a circa quindici minuti unitevi anche dei Ditalini oppure dei Mezzi Tubetti, ultimate la cottura e potete servirla ai vostri commensali, un filo di olio a crudo e foglie di basilico per dare uno stacco di colore e soprattutto sapore. 



Scrivi commento

Commenti: 0