#Strozzapreti

Strozzapreti alla Curcuma con Cozze e Pomodorini


Così come cantava Giuliano Sangorgi "vorrei che quest'estate non finisse mai..." ma per fortuna in cucina è così. Settembre è ormai iniziato da quattro giorni, ma non voglio che questo bel tempo ci abbandoni, ma grazie al potere delle spezie il sole splende sempre. Semplicità, gusto con quel tocco rustico che evidenzia sempre il mio modo di essere. Sapete bene quanto adoro mettere le mani in pasta, e ultimamente lo sto apprezzando sempre di più e come in questo caso realizzare una pasta tipica del sud è davvero tanta roba, quindi avete pronto il vostro taccuino per segnarvi tutti i passaggi di questa ricetta?

INGREDIENTI
300 gr di Semola;
500 gr. di Cozze;
Pomodrini qb;
Acqua Calda qb;
Curcuma qb
1 Spicchio d'Aglio
1 Peperoncino
Vino Bianco Secco
Sale (poco)

PROCEDIMENTO

Realizzate la pasta come prima cosa: unite semola, curcuma e acqua calda con un pizzico di sale, impastate fino ad ottenere un composto omogeneo, quindi stendetelo in un rettangolo e da questo ricavate delle tagliatelle larghe. Quindi prendete ogni tagliatelle e passatelo tra le mani tirando verso di voi ottenendo così una sorta di vermiciattolo e dove finisce strappate via e procedete così fino ad esaurire l'impasto;
Le cozze: tegame con olio e aglio ben caldo, aggiungete il peperoncino e tuffatevi le cozze, dopo averle lavate molto bene. Sfumate con il vino bianco e copritele con il coperchio, attendete che si aprano, ovviamente toglietele in ordine di apertura e mettetele da parte. Tagliate i pomodorini a tocchetti e fateli saltare nello tegame delle cozze, l'acqua che era presente filtratela e usatela per insaporire il pomodoro, quindi togliete il mollusco dal guscio e unitelo al tegame - ovviamente qualcuno lasciatelo nel guscio per decorare;
Lessate a questo punto gli strozzapreti in tegame con acqua a bollore  e un po' di sale, le cozze saranno ben sapide. Quando saranno cotti trasferiteli nel tegame e saltate tutto assieme facendo insaporire, un giro di pepe e olio d'oliva e potete stupire i vostri commensali;



Scrivi commento

Commenti: 0