#FondamenTALIeQUALI

Calamari Ripieni di Pappa al Pomodoro


 Dopo la Bagna Caouda la Pappa al Pomodoro scorre ormai nelle mie vene, chi mi conosce e mi segue sui social sa che nel mio cuore c'è anche una sfumatura di viola. Toscano per adozione, ormai questo piatto tipico mi evoca emozione e ricordo, perfetta in qualsiasi le stagioni e soprattutto golosa come ripieno, se poi ci facciamo aiutare da un prodotto goloso come la Cipolla Rossa già pronta, lavata e affettata degli amici 'FondamenTALI&QUALI' il gioco è ancora più bello.

INGREDIENTI X 4 PERSONE
4 Calamari di Media Grandezza;
Pane Raffermo q.b.
200 gr. Pomodori Pelati
1 Barattolo di 'Cipolla Rossa FondamenTALI&QUALI'
1 Spicchio d'Aglio;
Olio d'Oliva;
Sale q.b.
Pepe Nero q.b.
Foglie di Basilico q.b.
1 Peperoncino Rosso;
PER IL CONTORNO
Asparagi q.b.
Funghi Chiodini q.b.

PROCEDIMENTO
Per prima cosa fate rapprendere il pane raffermo, ovviamente se il pane è toscano è un valore aggiunto - altrimenti potete optare per un pane senza sale. 
Dopo di che preparate un fondo di cottura con aglio schiacciato e peperoncino tritato, fate rosolare il tutto in olio d'oliva. A differenza del classico utilizzo della cipolla come fondo di cottura, io la voglio far diventare parte del piatto e quindi verrà unita dopo.
Quando il battuto di aglio e peperoncino avrà in saporito l'olio aggiungete i pomodori pelati - volendo potete utilizzare quelli in latta - strizzateli con le mani e uniteli al tegame. A questo punto potete aggiungere anche il pane, la cipolla rossa già pronta, lavata e tritata e il basilico. Aggiustate come sale e come pepe e lasciate cuocere (eventualmente bagnate il tutto con dell'acqua) 
Occupatevi nel mentre della pulizia del calamaro: eliminate le interiora e la testa - ovviamente i tentacoli tritateli finemente e aggiungeteli alla pappa. Passate le sacche dei calamari sotto l'acqua corrente per eliminare ogni impurità. Quando il ripieno sarà cotto lasciatelo raffreddare, quindi farcite ogni sacca - non troppo ovviamente. Chiudete l'estremità con uno stuzzicadenti e cuocete i calamari in un tegame solo con dell'olio d'oliva.
Mentre questi cuociono, preparate il contorno. Io li ho voluti accostare al minerale dell'asparago e al sapore di bosco del chiodino ma potete usare qualsiasi accostamento. Quando ovviamente i calamari saranno cotti lasciateli riposare per tagliarli altrimenti potete servirli interi ai vostri commensali. Un buon bianco fresco e una cena golosa, sfiziosa e senza lacrime è servita!



Scrivi commento

Commenti: 0