#Risotto

RISOTTO alla crema di peperone,
con girella di trota e basilico fritto


Dai colori autunnali, ma dal sapore fresco ed estivo - ancora una reminiscenza della stagione appena conclusa. Semplice ma ben strutturato, questo risotto racchiude l'essenza della cena, l'ideale per quando volete passare meno tempo in cucina e più tempo con i vostri commensali. I passaggi non sono molti, ma sono fondamentali per realizzare un ottimo lavoro. Gli ingredienti lavorati poco e bene possono darvi la soluzione per quella che viene definita: serata perfetta! E quindi mano al vostro taccuino, olio ben caldo nel tegame e si cucina!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

200 gr. di Riso Carnaroli;
2 Peperoni Gialli di Media Grandezza;
1 Spicchio d'Aglio;
2 Filetti di Trota di Media Grandezza (senza pelle possibilmente)
Burro q.b.
Olio d'Oliva q.b.
Foglie di Basilico;
Olio di Semi d'Arachidi;
Sale q.b.
Pepe Nero q.b.
Brodo Vegetale o Acqua Calda;

PROCEDIMENTO

Per prima cosa realizzate le girelle di trota: private i filetti della pelle e controllate che non vi siano spine, dopo di che ricavate delle striscioline grosse quanto un dito indice e arrotolatele creando la vostra girella. Fermate il tutto con due stuzzicadenti e conditele leggermente con sale e pepe.
Create ora la crema di peperoni: olio d'oliva, spicchio d'aglio ad insaporire, quindi il peperone giallo tagliato a tocchetti e privo di semi. Procedete alla cottura fino a che non sarà morbido. Aggiustatelo come sapore e frullatelo, per un lavoro ancora più preciso passatelo ad un colino ottenendo così un puro nettare di peperone. 
A questo punto in una padella antiaderente cuocete le girelle di trota, non aggiungete altro olio visto che sono già state condite, qualche minuto per lato e sono pronte, eventualmente sul tegame quando le avrete tolte dal fuoco mettete un foglio di carta alluminio per mantenere il calore. Quindi potete passare a cuocere il risotto. Olio d'oliva in un tegame dai bordi alti e quando sarà ben caldo tostatevi il riso per qualche minuto - 1 o 2 al massimo - e dopo di che iniziate ad incorporare una parte liquida, che può essere brodo vegetale oppure acqua ben calda così da non abbassare la temperatura del riso. 
Quando il risotto sarà a più di metà cottura, potete aggiungere la crema di peperoni che oltre a dare sapore donerà anche un leggero colore che lo renderà ancora più gustoso. Ultimata la cottura toglietelo dal fuoco e con burro molto freddo andate a mantecarlo. Nel mentre incorporate il burro cercate di far prendere quanta più aria possibile in modo che diventi soffice e cremoso allo stesso tempo. 
Nel mentre che il risotto si riposa, ultimo step: le foglie di basilico fritte, quindi olio di semi d'arachidi in un tegame e quando avrà raggiunto calore - per verificarlo potete usare uno stuzzicadenti e se attorno a questo si formeranno delle bolle la temperatura è perfetta. Facendo molta attenzione andate a sistemare le foglie nell'olio caldo queste diventeranno come dei piccoli pezzi di vetro. Quindi potete passare ad impiattare, a me piace dare una forma al riso per dare un senso di verticalità - Quindi coppapasta, risotto alla crema di peperoni, sopra due girelle di trota (ovviamente private degli stuzzicadenti) e le foglie di basilico a guarnire. Un buon bianco fresco o frizzante e potete godervi la serata!



Scrivi commento

Commenti: 0