#FingerFood

Tartufi di Lenticchie Rosse


Un'idea semplice, ricca di sapore ed estremamente semplice da realizzare...che non importa per quanti ne farete, non saranno mai abbastanza. Sono sempre stato affascinato dalle lenticchie rosse e quindi ho voluto provare una versione dando nuova vita a questo legume che adoro!

 

INGREDIENTI
200 gr. di Lenticchie Rosse (usate quelle "non necessario l'ammollo")
2 Uova;
Grana Padano q.b.

Pangrattato q.b.

Farina di Mais per l'impanatura;
1 Porro;
Olio di Semi d'Arachidi per la frittura;
Sale e Pepe q.b.
1 Bicchiere di Vino Bianco;
Prezzemolo fresco tritato finemente;
Spezie a Piacere (Curry, Paprika, Coriandolo...)

PROCEDIMENTO
Fate scaldare dell'olio d'oliva in un tegame a fuoco dolce e unitevi il porro tritato finemente. Cuocetelo fino a che non si sarà ammorbidito. Quindi tuffatevi le lenticchie, fatele leggermente tostare, sfumatele con il bicchiere di vino e quindi copritele a raso con dell'acqua - oppure potete scegliere se usare del brodo (sedano-carota-cipolla). Procedete alla cottura per un quarto d'ora-20 minuti. Controllate come sapore: pareggiate come sale. Quindi una volta terminata la cottura, trasferitele in una teglia larga a far raffreddare a temperatura ambiente.
Quindi quando saranno fredde nel bicchiere del mixer unitevi le lenticchie, le uova, il prezzemolo tritato e le eventuali spezie che avete deciso, frullate il tutto ottenendo così una mousse omogenea. Unitevi il grana padano grattugiato e il pangrattato per stabilizzare il composto. Essendo un impasto umido no ha bisogno di essere passato in ulteriore uovo. Quindi prelevate una quantità di impasto grosso quanto una pallina da ping-pong, bagnatevi leggermente le mani e realizzate i vostri tartufi, passateli nella farina di mais e continuate così fino a che non avrete esaurito l'impasto.
Fate scaldare l'olio d'arachidi - abbondante, andremo a fare una frittura ad immersione. Quando l'olio sarà a calore tuffate i tartufi - delicatamente - nell'olio tre alla volta per non abbassare troppo la temperatura. Quindi a doratura ottenuta scolateli su carta assorbente e procedete fino ad ultimare i tartufi. Potete servirli eventualmente accompagnandoli ad una salsa di ricotta e pesto o ad una salsa a vostro piacere. Un qualcosa da stuzzicare magari davanti alla TV o davanti al vostro film preferito;



Scrivi commento

Commenti: 0