#FalsoMaBuono

Finto Bonét Piemontese
con Zabaione al Vino Bianco 


Chi mi conosce bene sa che i dolci non sono il mio forte, ma quando "faccio i compiti" riesco anche a sfornare delle idee molto curiose e molto gustose - sì pecco di presunzione, ma sono rare le volte. 
Per la serie #FalsoMaBuono questa volta concludiamo una gustosa ed elegante cena con un Falso, eh sì avete letto bene, il meglio dei dolci Piemontesi, che essendo Piemontese adoro, come il Bonét completamente rifatto in chiave molto più veloce, meno "calorica" e soprattutto veloce - Servito su un gustoso Zabaione al vino bianco che di questi tempi inizia a fare piacere visto i primi freddi. E quindi pronti a gustarvi un buon falso?


INGREDIENTI

1 Zucca Rotonda di Piccola Dimensione;

100 gr. di Amaretti;

2 Uova;

70 gr. di Cacao in Polvere;

Per lo Zabaione al Vino Bianco
1 Bicchiere di Vino Bianco;

1 Uovo Intero;

3 Cucchiai di Zucchero a Velo;

PROCEDIMENTO

A differenza del classico Bonét, già dagli ingredienti si evince la differenza - Ho voluto usare la zucca, quindi una volta tagliata a metà e svuotata dai semi, infornatela chiusa nell'alluminio e cotta per circa 25-30 minuti a 200°C in forno ventilato. Lasciate quindi la polpa una volta cotta a raffreddare a temperatura ambiente. Quindi private la polpa e mettetela in una ciotola.
Unitevi a questa ciotola gli amaretti sbriciolati, ridotti in polvere, e quindi mescolate il tutto creando così una crema. Aggiungete il cacao mescolando il tutto dando un meraviglioso colore e come ultimo step: aggiungete le uova creando così una crema omogenea e soprattutto gustosa che già così è buona. 
Scaldate quindi il forno a 180°C funzione statica, e versate la crema in degli stampini dai bordi lisci - per comodità ho usato degli stampini di silicone. Infornateli per circa 30 minuti. 
Nel mentre questi cuocono realizzate lo zabaione da servire come base: Unite l'uovo e lo zucchero a velo e con una frusta iniziate a mescolarlo, quando si saranno amalgamati leggermente fate scaldare dell'acqua in un tegame più piccolo della vostra ciotola perché eseguirete una cottura a "bagno-maria" e l'acqua in ebollizione non dovrà mai toccare la crema. Iniziate a montare la crema sopra il tegame per qualche minuto, togliete quindi la ciotola con la crema e mescolatela lontana dalla fonte di calore. Successivamente ritornate sulla fonte di calore e nuovamente lontano, andate avanti così fino a che la crema non si addenserà, aggiungete come ultimo tocco il bicchiere di vino bianco. Proseguite fino a quando lo zabaione non sarà setoso e spesso. Lasciatelo leggermente raffreddare. Controllate la cottura dei vostri "Bonét" e quando anche questi avranno la superficie opaca potete sfornarli e lasciarli a temperatura ambiente - se volete potete mettere sulla base del pirottino dello zucchero di canna per creare una sorta di caramello, che quando andremo a girare il bonèt darà un tocco lucido al piatto. 
Quindi potete tranquillamente servire il dolce: una base di zabaione al vino bianco, il vostro falso, un biscottino tipo lingua di gatto per guarnire e una grattugiata di cioccolato al latte eventualmente per dare una diversa consistenza. Quindi un dolce che al sapore ricorda il classico piemontese, ma molto più veloce, molto più semplice e meno calorico. 



Scrivi commento

Commenti: 0