Spaghetti all'Anciova


Finalmente è Venerdì, per voi finalmente - per me vuol dire avere solo più pochissimi giorni di ferie. Va beh non mi posso lamentare. Ed ecco qua! Nuova ricetta. Per la serie #VenerdìPesce, vi porto in tavola un'idea povera. E' davvero povera perchè ha pochi ingredienti ma di qualità che insieme sanno regalarvi un primo eccellente con #ZeroSbattimento! Una di quelle idee da mettere nel repertorio della serie "8 Minuti e Mangio" - Quest'idea l'ho vista da Teresa MANNINO l'attrice comica cabarettista - per intenderci quella faceva la pubblicità della 3 con Raoul Bova. Ed era ospite da Bendetta Parodi, ed ha realizzato questa ricetta...e il mio cervellino s'è messo a frullare e l'altra sera <plin> Esperimento riuscito!


Ingredienti
250 gr. di Spaghetti alla Chitarra "Garofalo";
70 gr. di Filetti d'Acciuge Sott'Olio;
3 Spicchi d'Aglio;
1 Peperoncino Fresco;
Burro;
Pangrattato q.b.
6-7 Cucchiai di Concentrato di Pomodoro;
Foglie di Basilico per guarnire;
Sale e Pepe


Procedimento
Fate fondere del burro in una padella, mentre fate scaldare acqua a sufficenza per i vostri spaghetti. Pelate e sciacciate gli spicchi d'aglio - se è aglio novello non è necessario togliere l'anima, al contrario se l'aglio che usate è già avanti col tempo. Tritate finemente il peperoncino fresco, privandolo dei filamenti e dei semini interni. Create questo trito e tuffatelo nel burro, stando attenti che non bruci. Unitevi al trito appena "tuffato" qualche filetto d'acciuga - non togliete l'olio, questo abbasserà un po' la temperatura del burro. Fatele sciogliere iniziando così ad infondere profumo al tegame. A fuoco dolce continuate la cottura aggiungendovi le altre acciughe - non tutte in modo che quando tufferete la pasta le potrete unire assieme.
Quando l'acqua arriverà a bollore, non salatela molto, visto che userete le acciughe - prodotto già sapido - e tuffate gli spaghetti - INTERI - devono stare in acqua il tempo giusto che perdano la loro rigidità, è arrivato il momento di colore la padella. Quindi unite il concentrato di pomodoro e stemperatelo - scioglietelo - con un po' di acqua di cottura della pasta, avendo l'amido inizerà a creare una salsetta gustosa.
Con l'aiuto di un ragno, trasferite gli spaghetti - quasi al dente - nel tegame, ma non buttate via l'acqua. Questa vi servirà per terminare la cottura, nel mentre fate scaldare un tegame antiaderente e tostate del pangrattato - deve diventare di un bel colore ambrato, fungerà da "parmigiano" per terminare la vostra pasta. Controllate la cottura, e quando sarà pronto togliete il tutto dal fuoco.
Aggiungete l'acqua di cottura, e le ultime acciughe per dare un po' di corpo alla vostra pasta. Date una vigorosa spadellata e il piatto è pronto, possiamo tranquillamente servire i nosrti commensali con una bella porzione di spaghetti, una spolverizzata di pangrattato tostato, qualche foglia di basilico e un'acciughina sopra per decorare. Un giro di olio d'Oliva a crudo per dare lucidità al piatto...e buona spaghettata!

Scrivi commento

Commenti: 0