Frittata di Gamberi

Dopo una rilassante sessione di “Sole” totalmente rilassato sulla sdraio, ecco che il vostro pasticcione che cucina torna a pieno regime con le ricette…certo questa non è una delle più leggere ma è una valida idea che funge da Ape-Ricetta da offrire ai vostri commensali durante un aperitivo o un buffet – Me l’ha insegnata mia madre che dovendo preparare colazione per 70 persone durante un raduno di pesca ha lanciato l’idea di questa frittata, credetemi che è stata la prima a terminare. Semplice da realizzare ma gustosa quest’idea vi sarà molto utile per stupire tutti quanti con pochi ingredienti… Quindi, mano al taccuino – Sì Ricetta!

Ingredienti
4 Uova Medie Intere;
200 gr. di Gamberi;
Prezzemolo q.b.
Sale e Pepe
1 Peperoncino Fresco;
1 Cipollotto;
Salsa di Soia
NB: Se la cuocete in padella Olio di Semi. Se la cuocete in forno del burro per inburrare lo stampo.


Procedimento
Per prima cosa dedicatevi alla pulizia dei gamberi, io li ho acquistati dal pescivendolo – quindi freschi – ma se volete potete usare quelli decongelati già puliti. Accuratevi bene a togliere la corazza e anche l’intestino interno che darebbe un sapore amaro. Dopo di che potete tagliarli a tocchi oppure lasciarli interi. Decidete voi.
Occupatevi successivamente del prezzemolo, lavatelo sotto l’acqua corrente e asciugatelo. Tagliate il peperoncino fresco, privatelo dei semi e unitelo al prezzemolo e il cipollotto. Create un battuto usando un bel coltello da cuoco: mantenete ferma la punta con la mano sinistra – se siete destrorsi. E con la mano destra che impugna il manico muovetevi sul tagliere ricavando un battuto fine e ben tritato. Una volta pronti anche questi ingredienti rompete le uova in una ciotola, aggiustatele come sale e come pepe. Aggiungete un cucchiaio di salsa di soia per dare più profumo. Dopo di che unite tutti gli ingredienti e mescolateli assieme.
Ora potete scegliere se effettuare una cottura classica: quindi padella ben calda con olio e dopo di che versare il composto e cuocerlo, oppure cuocerlo in forno – io ne ho realizzate due una cottura classica e l’altra in forno. Se decidete quest’ulima cottura mettete il forno a 200°C Ventilato, quando infornate abbassate la temperatura portandola a 180 statico per una mezz’oretta buona. Per la cottura normale: un tegame dai bordi alti – non tanto grande perchè è meglio se resta un po’ spessa. Non appena questa è dorata giratela facendo molta attenzione – ovviamente in forno cuocerà uniformemente su tutti i lati.
Sia che scegliate la cottura classica o quest’ultima descritta: nel forno, quando la frittata sarà pronta lasciatela a raffreddare su una gratella. Fate bruschettare del pane e quando la frittata sarà leggermente tiepida tagliatela a losanghe e servitela con un buon bianco –

Scrivi commento

Commenti: 0